Bonsai

Penna e tastiera come pinze. Scrivere per strapparmi i pensieri dal profondo. Tirare fuori quelle radici storte e intrecciate per ripulirle e ripiantarle in terra nuova. Potare via i pensieri secchi e quelli troppo lunghi per reggersi da soli....

Scrivere d'amore

Eppure sarei capace di scrivere d’amore. Tirar giù dal cielo qualche parola che bruci dentro. Qualche parola che blocchi lo stomaco ed il respiro. Parole come sorsi di acquavite che fanno girar la testa. Parole che mi tolgono l’aria per soffiartela poi...

Freddo

E accorgersi appena in tempo di esser lì da solo a soffiarsi addosso un altro po’ di freddo. (Salvodapisa...

Chissà cosa pensava

Chissà cosa pensava mio padre quando mi parlava con gli occhi e con le mani che le corde vocali non suonavano più. Chissà cosa pensava mio padre quando lo sollevavo che le gambe non tenevano più e si attardava stretto nell’abbraccio prima di lasciarmi andare....

Sospeso

Vorrei starmene così. Con le ali aperte e il rumore del mare in faccia. A fare l’arbitro sospeso tra la gravità e il vento. Senza dover andare avanti, senza dover tornare indietro.  Nel limbo sereno tra la terra e il mare, tra la terra e il cielo. (Salvodapisa...

La mia spiaggia

Voglio regalarvi una spiaggia, la spiaggia di marzo, la mia spiaggia. Una spiaggia come me, tiepida, un po’ trascurata, tutta da ripulire e sistemare. Una spiaggia massacrata dalle mareggiate, dall’inverno, dal vento e dai fulmini. Una spiaggia con il sole...