Dolori e pruriti da grattare masochisticamente fino a farli sanguinare. Crosticine dell’anima, piccoli pruriti. Non sono le grandi ferite quelle di cui vi state lamentando, non sono i grandi dolori esistenziali, i lutti, la fame, la malattia. Sono solo doloretti, pruriti, insomma cosette da grattare, brufoli che vi siete infettati da soli con le unghie sporche di rabbia e unte di odio. Che i dolori veri richiedono il silenzio, che l’urlo si strozza in gola e non esce facile qui sul social network. Che le parole spesso non ci sono e non si può raccontare il dolore, quello vero. Smettetela di lamentarvi, amici miei, dei vostri doloretti, dei vostri lunedì, della vostra stanchezza, della vostra palestra, della vicina e dell’amica pettegola, smettetela con quelle frasette fatte di dolori di adolescente anche se avete 50 anni come me. Smettetela vi prego che ho visto in giro gente che sta male davvero e mi ha regalato un sorriso.