cuoreHo un cuore corazzato. Mi sono addestrato negli anni per abitudine, un po’ per pigrizia e purtroppo per necessità a rinchiudere in profondità i sentimenti e le emozioni più evidenti e rumorose. Per non soffrire. 

Un uomo indurito che non deve piangere mai. Un uomo per cui quelle parole che fanno rima con cuore restano in fondo al vocabolario e si pronunciano sotto voce con un po’ di vergogna. Un uomo che cambia discorso e “parla di tutto per non parlar d’amore” e non telefona o lo fa al momento sbagliato usando le parole sbagliate.
Un cuore duro da spaccare in due per farne uscire sangue rosso e acqua fresca frizzante.
Non c’è chirurgo in grado di operarmi.
Faccio da me, a mani nude e speriamo che me la cavo.