art21Rivendico il mio diritto/dovere e libertà di criticare con tutti i mezzi di espressione a mia disposizione il “grillismo” così come critico di volta in volta berlusconismi, fascismi, comunismi, religioni e talebani, partiti, correnti e movimenti di ogni colore, economisti con laurea e senza, tecnici, politici e professori, complottismi e complottisti, guru, dittatori e salvatori del mondo, paranoici e fuori di testa ad ogni livello.
Mi riservo persino il diritto di cambiare idea e criticare me stesso.
E così è se vi pare.
E pure se non vi pare.