Amo le donne.
Anche quando insistono tanto per farmi diventare “migliore”.
Anche quando riescono ad avere ragione senza usare minimamente la ragione.
Anche quando hanno la certezza di sapere cosa sto pensando e invece si sbagliano di grosso.
Anche quando dopo avermi domato e fatto mettere la testa a posto si lamentano che non c’è più “quel senso di avventura”… 

Amo le donne.
Perché le donne sanno le cose della vita senza che nessuno gliele abbia mai spiegate.
Perché una donna arriva prima alla soluzione e non si è dovuta scervellare per trovarla.
Perché amo gli enigmi e i misteri insoluti e questo ancora non sono riuscito a risolverlo.
Perché con una donna vicino non c’è mai il rischio tremendo di annoiarsi.
Perché una donna non scatenerebbe mai una guerra solo per giocare con i soldatini.
Perché una donna a 15 anni è già donna mentre noi uomini ad 80 siamo ancora bamboccioni.

Amo le donne.
Perché, fatti bene i conti, sono migliori di noi uomini e se nel mondo
(come succede in quasi tutte le case…) comandassero le donne,
il mondo stesso sarebbe un posto migliore.